Autore 

Dondero, Mario

Milano, 1929

Mario Dondero (Milano, 1928)

Dopo gli anni universitari diviene fotografo partecipando fin da subito all'esperienza dell'agenzia Publifoto insieme a Ugo Mulas. Frequenta l'ambiente artistico e intellettuale milanese legato soprattutto al quartiere di Brera. Lui e Mulas saranno infatti i protagonisti di un romanzo culto di Bianciardi “La vita agra”, condividendo quello spirito di gruppo caratteristico del periodo, al punto che i loro primi reportage non saranno firmati e saranno inattribuibili.
Alla fine degli anni Cinquanta Dondero si trasferisce a Parigi dove inizia la collaborazione con quotidiani e settimanali molto importanti come “Le Monde”, “Le Figaro” e “Le Nouvel Observateur” prestando particolare attenzione alle diverse realtà soci-politiche e dell'emarginazione, mantenendo un costante interesse per l'Africa (effettua ripetuti soggiorni e realizza un documetario sugli “uomini memoria”, i griots, depositari della tradizione orale nelle zone dell'antico impero Mandingo). Dondero considererà infatti sempre il reportage innanzitutto come un servizio per la comunità e in seconda battuta un oggetto di esposizione e di riconoscimento personale.
Negli anni Sessanta inizia la collaborazione al “Mondo” di Pannunzio e la frequantazione della redazione romana.
Dagli anni Novanta vive più stabilmente in Italia. All'attività di reportage per varie testate (“Il Venerdi Repubblica”, “Il Diario”, “L'Unità” e “Il Manifesto”) , affianca le collaborazioni giornalistiche, soprattutto per il “Diario” e “Il Venerdi”: tra queste si segnalano nel 1999 il racconto, con foto e testo, di un viaggio in Russia e Cina, sull'altipiano dell'Altai, reso con “sguardo da etnologo” e ancora sul Diario” nel settembre 2000, il racconto di un viaggio sulla rotta fluviale e sui laghi da Mosca a San Pietroburgo dal titolo “Prima del Kurs”; infine un articolo dedicato all'incontro e all'amicizia con Luciano Bianciardi, intitolato “Dialoghi con Luciano” (“Diario”, dicembre 2002).
Testimonianza di una forte empatia per la letteratura di Pavese è la collaborazione di Dondero nel 2001 al volume di Franco Vaccaneo “Per Cesare Pavese: I giorni, le opere, i luoghi. Percorsi fotografici di Mario Dondero e Paolo Smaniotto”.


Mostre personali
1986 “Mario Dondero”, a cura di Danilo Antolini, Laboratorio di cultura e ricerca e ricerca L

IMMAGINI da 1 a 24 su un totale di 109
imm_3g010_27157
Dondero, Mario
[Periferia di Milano]
imm_3g010_27158
Dondero, Mario
[Bahia.]
imm_3g010_27159
Dondero, Mario
[Gibilterra.]
imm_3g010_27160
Dondero, Mario
[Il cabaret Du Cheval d'Or.]
imm_3g010_27161
Dondero, Mario
[Compagnia di attori davanti al Beaubourg.]
imm_3g010_27162
Dondero, Mario
[Parigi.]
imm_3g010_27163
Dondero, Mario
[Parigi.]
imm_3g010_27164
Dondero, Mario
[Lo scrittore Jean Genet ai funerali del dirigente palestinese Mahmood Salett.]
imm_3g010_27165
Dondero, Mario
[Operai rientrano al lavoro nello stabilimento della Renault.]
imm_3g010_27166
Dondero, Mario
[Manifestazione a favore di Francois Mitterand.]
imm_3g010_27167
Dondero, Mario
[Herbert Marcuse tiene una lezione all'università.]
imm_3g010_27168
Dondero, Mario
[L'attore Gerjard Blain.]
imm_3g010_27169
Dondero, Mario
[La scrittrice Christiane Rochefort.]
imm_3g010_27170
Dondero, Mario
[Operaio durante lo sciopero dello stabilimento della Renault di Boulogne/Billancourt.]
imm_3g010_27171
Dondero, Mario
['industriale Marcel Dassault e il duca di Kent.]
imm_3g010_27172
Dondero, Mario
[I disegnatori satirici Raiser e George Wolinski nella redazione di Harachiri.]
imm_3g010_27173
Dondero, Mario
[Casa della famiglia di Gustave Flaubert.]
imm_3g010_27174
Dondero, Mario
[Pontoise.]
imm_3g010_27175
Dondero, Mario
[Turiste davanti al Palazzo dei Papi.]
imm_3g010_27176
Dondero, Mario
[Anziani giocano a dadi.]
imm_3g010_27177
Dondero, Mario
[L'attrice americana Betsy Blair al Museo del Louvre.]
imm_3g010_27178
Dondero, Mario
[Decloseau.]
imm_3g010_27179
Dondero, Mario
[Attrici della compagnia "Le palais des merveilles".]
imm_3g010_27180
Dondero, Mario
[Manifesto pubblicitario sovrascritto con "preferisco i marchi".]