Autore 

Cerati, Carla

Bergamo, 1926 - Milano, 2016

La fotografa e scrittrice Carla Cerati nasce a Bergamo nel 1926; inizia la sua carriera intorno al 1960 occupandosi di fotografia di scena accompagnando i lavori del regista teatrale Franco Enriquez. Nel corso del decennio amplia i propri interessi e la propria attività dedicandosi alla fotografia di paesaggio, al ritratto e, in particolare, al reportage sociale. Contestualmente inizia a collaborare con alcuni settimanali e periodici culturali quali "Vie Nuove", "L'Espresso", "Du" e "Leader". I suoi ritratti intellettuali sono pubblicati inoltre sul "New York Times", "L'Express", "Time-Life" e "Die Zeit". Nel 1968 realizza il reportage "Morire di classe" firmato assieme a Gianni Berengo Gardin nel quale viene indagata la realtà dei manicomi italiani; nel 1974 realizza "Mondo cocktail": uno sguardo lucido e disincantato sull'ambiente intellettuale e mondano degli anni Settanta. Con "Forma di donna", nel 1978, la fotografa raccoglie una serie di immagini espressione della nudità femminile, mentre nel 1991 pubblica la monografia "Scena e fuori scena". Tra il 1981 e il 1982 realizza una serie di trasmissioni televisive per la RAI dedicate alla fotografia dal titolo "Dietro l'obiettivo".
Carla Cerati è nota al pubblico anche come scrittrice; ha pubblicato infatti decine di romanzi ottenendo premi e riconoscimenti.
Sue opere fotografiche sono conservate al M.o.M.A. di New York e al CSAC dell'Università di Parma.

1968 - "Morire di classe"
1974 - "Mondo cocktail"
1978 - "Forma di donna"
1991 - "Scena e fuori scena"

UNA IMMAGINE
sup_10100_0004771
Cerati, Carla
Licia Pinelli