Autore 

Mordenti, Adriano

Roma, 1945 ca.

Adriano Mordenti fonda negli anni '70, insieme ai fotografi Massimo Vergari e Mimmo Frassineti, l'A.G.F., agenzia fotogiornalistica di qualità aprendo un rapporto mai interrotto con "La Repubblica". L'agenzia è ancora attiva e si è estesa anche ai video. (fonte: http://socialphotolab.com/chi-sono-2/)

All’interno del clima conflittuale che attraversa il paese negli anni ’70, si diffonde un uso della fotografia volto a testimoniare le lotte ed i drammi del Paese. È all’interno di tale contesto che esce nel 1975 il libro "Come eravamo" (Savelli edizioni) che documenta, attraverso le foto di Adriano Mordenti e Massimo Vergari, un decennio di lotte studentesche romane, dai primi anni ’60 ai primi anni ’70. Si tratta di una rievocazione dall’interno, come suggerisce lo stesso titolo, che si focalizza su alcuni momenti particolari, come gli scontri e gli arresti, offrendo un’immagine eroica degli eventi. (fonte: https://www.carmillaonline.com/tag/adriano-mordenti/)

Adriano Mordenti fa fatto parte dell'Agenzia Grazia Neri. Nel corso degli anni Novanta, Adriano Mordenti ha fotografato venticinque ex deportati nei campi di sterminio nazisti e ne ha ricavato la mostra "Testimoni - frammenti dopo il lager" ospitata dal Goethe Institut di Roma nel 2006 (fonte: http://anpi.it/media/uploads/patria/2006/3/35_SETTIMELLI_LEONCARLO.pdf)

IMMAGINI da 1 a 2
sup_10100_0004287
Mordenti, Adriano
Scioperi e manifestazioni
sup_10100_0004346
Mordenti, Adriano
Scioperi manifestazioni operai